Inceneritore EDF-Fenice di Melfi
Rifiuti connection

Inceneritore Fenice sotto sequestro per mancata bonifica

Il giudice per le indagini preliminari di Potenza, su richiesta della Procura del capoluogo lucano – che ha coordinato le indagini del Nucleo operativo ecologico dei Carabinieri – ha posto sotto sequestro l’inceneritore Fenice di Melfi. A monte della decisione degli inquirenti la mancata bonifica del sito inquinato che ha provocato «la diffusione di inquinanti all’esterno» e la «compromissione delle acque potabili con grave pericolo per la salute pubblica.»

Leggi tutto

Focus

Terre di migranti

Fuoricampo cinque
Terre di migranti

MamAfrica

Scorrono i giorni, sfilano lenti e sempre uguali. Al ghetto Chitomeni le storie si intersecano, come quella di MamAfrica, che sorprende e … Leggi tutto

Fotoreportage

Storie di comunità

Torna su