TG BASILICATA 5.9.2001

 Giornalista Umberto Avallone: "Eccoli i pozzi di petrolio. Questi si chiamano Cerro Falcone 1 e 7; sono 2 dei 6 pozzi di petrolio già realizzati. Il progetto dell’ENI prevede che ne saranno realizzati 9 su 5 postazioni nel territorio di Calvello. Qui il petrolio è già stato testato: è di ottima qualità. Quando partirà l’attività estrattiva verranno estratti tantissimi milioni di barili di petrolio in 25 anni. Comunque la stima è che per i primi 5 anni, per quanto riguarda le royalties, a comune di Calvello andranno oltre 8 miliardi. Pensate che il bilancio di ogni anno del comune di Calvello attualmente è di 3 miliardi, una ricchezza che però non piace a tutti":

Raffaela Forliano: "Noi di S.o.s. Lucania diciamo che il petrolio sta distruggendo il nostro territorio. I soldi delle royalties non basteranno ad eliminare i danni che si stanno facendo; ad esempio, si sono abbassate le falde acquifere e attorno ai pozzi le piante di faggio più giovani stanno tutte seccando, è un caso che si sta verificando in tutti i pozzi. Inoltre Calvello sta perdendo grosse occasioni di lavoro come, per esempio, la coltivazione delle piante officinali ,che è stata esclusa perché non c’è aria e il territorio non è più buono".

Giornalista: "Le royalties non potrebbero dare lavoro..?"

Raffaela Forliano: "No. Le royalties non stanno dando nessun tipo di lavoro. Le royalties forse basteranno, ma io non credo, per eliminare i danni ambientali. 

Giornalista: "Quante sono le royalties secondo s.o.s. Lucania?" 

Raffaela Forliano: "Secondo S.O.S. Lucania non sono più di 650 milioni l’anno". 

Giornalista Luigi Di Lauro: "Insomma dati contrastanti su queste royalties del petrolio. Gaetano Cantisani, portavoce di un’altra associazione ambientalista, Camastra Nuova: qual è la vostra posizione?" 

Gaetano Cantisani: "Noi sollecitiamo una maggiore attenzione sulla gestione di questa importantissima risorsa...nono va criminalizzata, indubbiamente. &Però bisogna dare atto anche al sindaco di Calvello che ha saputo gestire questa opportunità coniugandola anche con le esigenze del territorio quindi anche lavorative. Diciamo, piuttosto, che questi gioielli del Val Camastra vanno preservati è ovvio&". 

Giornalista: "Insomma posizioni differenti anche tra le associazioni degli ambientalisti.

Sindaco arrivano o non questi otto miliardi per il comune di Calvello?"

Rocco Coronato, sindaco di Calvello: "Ma sicuramente. I dati sono certi, vengono fuori da documenti regionali e da accordi che la regione ha stipulato con ENI. Sono risorse finanziarie straordinarie e starà a noi utilizzarle al meglio, soprattutto per l’occupazione e lo sviluppo economico del territorio". 

Giornalista: "In due parole: problemi per l’ambiente e la salute dei cittadini?" 

Rocco Coronato: "Ad oggi non risulta niente di tutto questo ma c’è la grandissima attenzione della Amministrazione Comunale e della cittadinanza a che questo fenomeno si svolga nel modo più corretto possibile".

 

  Torna ad Attività ed Incontri

Torna a Lucani: Popolo in via di estinzione