LE ANIME MORTE

I nomi non sono importanti (li abbiamo sostituiti con l’assessore, l’imprenditore, l’onorevole). Non importa se la magistratura ravvisa ipotesi di reato o se, in nome del Popolo Italiano, alla fine del processo i protagonisti di questa storia saranno condannati. Quello che più importa è che quanto state per leggere è la prova che un deputato dei D.S. ed un assessore regionale del PPI hanno fatto uso del più turpe strumento del clientelismo meridionale, approfittando della necessità di tanti giovani di trovare lavoro e del loro desiderio di non emigrare. A noi lucani dell’area del petrolio interessa soltanto che si sappia questo: qui, sotto le tori petrolifere più tecnologicamente avanzate, sopra il giacimento più grande d’Europa, si comprano le anime.

Telefonata dell’8 ottobre 2001

L’ASSESSORE: “Valteco! Mi dice l’onorevole che tutti i suoi li hai esclusi! I miei non li hai assunti! A chi l’hai assunto? Niscun!”

L’IMPRENDITORE: “Mo agg astmà!Va!… Va bene mò vi port…vi port…a nota”.

 [Due minuti dopo]

L’IMPRENDITORE [ad un dipendente]:- “Tu mi devi fare una cortesia, tu domani mattina devi andare alla Valteco ... vai da … a nome mio ... dici ha detto l'ingegnere gli serve per cortesia eh, tutte le persone da voi assunte ... dobbiamo pigliare quelle, come si chiama i cosi, le segnalazioni che abbiamo avuto... allora praticamente se pigliamo tutte le segnalazioni che sono state fatte e a fianco di ognuno di questi che è stato assunto da quelli e anche di quelli che abbiamo assunto noi, sull'oleodotto e quant'altro, ci mitt, ci scriviamo chi cazzo ce l'ha segnalato ... io domani mattina devo chiarire questo punto assolutamente, perché qua va a finire che l'aggi pigliati io le persone. .Abbiamo assunto almeno quindici...i cumparielli miei non ne tengo manco uno, quindi voglio sapere chi cazz me la ha fatt assumere”.

 

[Trenta minuti dopo]

L’IMPRENDITORE: “Mi dovresti usare una cortesia, se mi puoi fare uno stralcio di tutte le assunzioni che abbiamo fatto da quando è partita la Valteco. -..perché mi servono, perché siamo stati accusati di che noi abbiamo assunto chi abbiamo voluto, ora poiché non mi pare che sia stato così”.

 

Telefonata del 23 ottobre 2001

L’IMPRENDITORE [al contabile dell’impresa]:”Predisponi una lettera all'assessore <<A seguito delle tue segnalazioni, comunico che a far data dal 29 il signor [omissis], nato a Matera e residente in [omissis], sarà assunto presso questa impresa. Nella speranza di aver fatto cosa gradita La saluto cordialmente>>. Va bene? ... questo è un sistema che bisogna adottare per sempre. Senti, se tu vuoi mantenere rapporti buoni con me ... perché io mi sono rotto i coglioni di avere una continuazione con questi signori una specie di lite ... lite permanente, lite permanente. <<Che noi siamo a vostra totale disposizione; che voi ve ne fottete di noi,- che voi pensate solamente ai cazzi vostri, che voi volete questo, volete questo e poi ve ne fottete. Se noi segnaliamo una persona ... >>, eccetera. Allora otto lettere alla attenzione riservata personale e me la fai trovare sulla mia scrivania oggi ... Quindi io voglio che ogni volta che si fa un'assunzione tramite quelli che sono persone che ... Ma per esempio se, voglio dire, ora prendo due persone dell'onorevole no, me le prendo, insomma, per i lavori di Villa D'Agri, tu mi devi preparare le stesse lettere, capito. Con anticipo, prima, non dopo.

 

Telefonata del 30 novembre 2001

L’IMPRENDITORE: “Noi praticamente stiamo avendo una... una inchiesta giudiziaria,- eh, perché è stato fatto un esposto alla ... alla Procura della Repubblica da parte di un emerito stronzo che... Naturalmente queste cose sono arrivate alle orecchie dei nostri amici lassessore e cose, e nonostante io abbia cercato di... però ho visto che hanno fatto marcia indietro. Ora che loro facciano marcia indietro lo capisco e lo giustifico anche, però loro dal punto di vista umano ... umano, dico io... Allora io stamattina sono andato alla segreteria dei DS perché l'altro giorno ho chiamato l’onorevole. Avevo provato sul telefono, però ho l'impressione che lui ha chiuso. Prudenza ... che ne so. lo non è che adesso mi metto a piangere perché ... però io con questa gente voglio pure parlare. Scusa, ci vediamo qua al bar...Quando mi devono cacare il cazzo per dire: <<Assumi questo, assumi questo>>, sono capaci di darmi appuntamento pure ... pure a Saint Moritz, no?....Allora io adesso ti devo dare questo  incarico, per piacere, se lunedì tu sei a Potenza...o  martedì ... allora ... allora, tu…tu a nome mio devi vedere sia l’assessore sia l’onorevole ... li devi incontrare e gli devi dire:Guarda , io sono a nome di questa ...io sono latore di un messaggio .. da parte dell’imprenditore .... Dici: la loro impresa è oggetto di un....  esposto anonimo fatto da...sicuramente da qualche impresa dell'area...un certo vice procuratore della Repubblica, un Pubblico Ministero, chi cazzo è lui, e sta vedendo..>> - dici - però da come sono iniziate le cose, sono tutte un po' vaghe, eccetera eccetera. Allora mi viene utile potervi incontrare per ragguagliarvi su questa....che in qualche modo, così, molto lampatamente, ma molto lampatamente vi potrebbe interessare. Gli farebbe pia... piacere farvi sapere le cose che... come stanno e di che cosa si sta discutendo. Lui ritiene che potrebbe essere interessante anche per voi saperle, queste cose.... Perché lui ha parlato. Ma i rapporti con l’assessore quali sono? Lo ha detto bello chiaro… chiaro, tanto per dirti. Ora, hai voglia a dire...., però  quando si ... che quello si è ritirato a marcia indietro, già. E quindi io ritengo che sia utile che...se arriva all'AGIP mi fa male, eh non hai capito? Mi fa male,  perché quelli immediatamente...Quello alla fine...hai capito?  Io mi auguro che questo scemo chiuda la cosa quanto prima, se no sono cazzi amari, sono... Tu gli dici pure...dici: <Guarda, io so che hai parlato anche con  il tuo   segretario, voleva sapere ...se me lo dici, me lo puoi dire, quanto vi potete vedere>...perchè ci sono delle cose che lui mi aveva detto. Ora non lo so se è opportuno andare avanti su certe assunzioni, certe cose che abbiamo fatto. ..Io ho bisogno di chiarirmi con lui, perchè pare che...non la devo stoppare, dobbiamo stare attenti pure ...all'ANAS...all'AGIP perchè non vorrei avere...Quello non è arrivato all'AGIP, si è fermato a livello zonale...perchè  questi quando sono arrivati all’assessore.....

 

Dichiarazione

L’IMPRENDITORE :..”quando è venuta l'AGIP a lavorare in Basilicata, è venu-ta in Villa D'Agri, nell'area industriale di Viggiano. Moliterno sta a 10 chi-lometri da Viggiano e certamente ci siamo posti il problema come impresa lo-cale di attrezzarci per poter partecipare a questa vicenda... abbiamo attivato anche un interesse presso la Regione e, segnatamente, presso lassessore ... Quindi mi sono fatto carico di andare sia dall'assessore e sia dall'onorevole a chiedere degli aiuti. Ho detto: <Guardate, noi siamo piccoli, non ce la fac-ciamo di fronte ai Monatti di fronte agli Indiren, di fronte a tutte queste im-prese. Quindi, se voi ci volete dare una mano, ne avete la possibilità perché avete i rapporti con queste persone.Se ritenete che insieme a noi cresca anche un po -' l'impresa locale - anche perché questi erano un po' i messaggi che ve-nivano dall'Agip - dateci una mano ad entrare> ...Che cosa c'è stato in questa occasione, quando è andata in porto qualche cosa? Che cosa ci è stato ri-chiesto? Dell'occupazione di operai, per i quali vi posso esibire addirittura via fax ... <Vi segnaliamo che Tizio, Caio e Sempronio ... questo è un macchinista, questo è un>E noi, per quanto è stato possibile, siamo intervenuti presso questi ... Questo sia nei riguardi dell' onorevole, sia nei riguardi di...”

 

Atti del procedimento penale n. 2353/01 Procura della Repubblica presso il Tribunale di Potenza
 

 

Raffaela Forliano - www.soslucania.org

Torna a Saccheggio della Basilicata

Torna a Home Page