Aicha Babait

Attivista dei territori liberati.

Ho paura. Ma la paura non può fermare la nostra resistenza

Essere una Saharawi ha un duplice significato: culturale e politico. Il primo risiede nell’appartenenza culturale e nazionale, vale a dire l’appartenenza alla comunità che parla Hassaniyya e ha un’identità definita dalle sue radici afro-arabe. Il secondo significato, quello politico, configura il popolo Saharawi come punto finale del piano espansionista del…

Read More

Ho paura. Ma la paura non può fermare la nostra resistenza

Essere una Saharawi ha un duplice significato: culturale e politico. Il primo risiede nell’appartenenza culturale e nazionale, vale a dire l’appartenenza alla comunità che parla Hassaniyya e ha un’identità definita dalle sue radici afro-arabe. Il secondo significato, quello politico, configura il popolo Saharawi come punto finale del piano espansionista del Marocco. Nella visione del Marocco le sue frontiere dovrebbero estendersi fino al Mali, includendo anche gran parte dell’Algeria. Un convincimento tacito e mai dichiarato pubblicamente. Questo risvolto politico riguarda anche il tradimento della Spagna, che continueremo a incalzare fino a che non si assumerà le sue responsabilità. Perché è stata…

Questo sito utilizza Cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Privacy Policy