Alessio Di Florio

Attivista di vari movimenti pacifisti e ambientalisti abruzzesi, referente locale dell’associazione Antimafie Rita Atria e PeaceLink.

Furci, rinviata ancora la megadiscarica

Il Comitato di coordinamento regionale per la Valutazione d’impatto ambientale della Regione Abruzzo ha rinviato, con corpose prescrizioni, la decisione sulla discarica Furci. A distanza di dodici anni non c’è ancora la parola fine sul progetto della Vallecena srl. Il rinvio è arrivato lo scorso 21 dicembre a margine dell’audizione del primo cittadino di Furci, Angelo Marchione, dell’Agenzia regionale per la tutela dell’ambiente, della ditta proponente – la Vallacena srl – e dopo l’esame delle osservazioni presentate dai Comuni di Furci e San Buono, e dalla Stazione ornitologica abruzzese. Nei mesi scorsi, il progetto – apparentemente accantonato due anni fa…

Libia, lager per migranti con fondi italiani?

Migranti venduti all’asta ai trafficanti: 1200 dinari libici, circa 750 euro, il prezzo medio del destino dei più disperati tra i disperati. La denuncia è della Cnn che, nell’agosto scorso, ha documentato quel che accade ai migranti giunti in Libia che non possono pagarsi il viaggio verso l’Europa. È questa la terribile realtà che va in scena a sud del Mediterraneo, come denunciato anche dall’Onu, che riaccende i riflettori su abusi e violenze contro i migranti. I reporter della Cnn hanno assistito di persona ad un’asta: in poco più di sei minuti almeno dodici persone hanno visto il loro destino…

Bonifica discariche abusive: in Abruzzo arriva il commissario

Il governo dispone l’invio di un commissario per la bonifica di dodici discariche abusive abruzzesi. Provvedimento che coinvolge anche altre cinque regioni, ma l’Abruzzo detiene il record. La bonifica di ventidue discariche abusive, sotto procedimento di infrazione europea, sarà curata da un commissario. È quanto ha deciso il governo su proposta del ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti. Compito che è stato assegnato al Generale di brigata dell’Arma dei carabinieri, Giuseppe Vadalà. Le regioni coinvolte sono Calabria, Campania, Sicilia, Veneto, Lazio e Abruzzo. Ma è quest’ultima che, con dodici impianti, detiene il record di discariche coinvolte: Sant’Arcangelo Bellante (provincia di Teramo),…

Vasto, ex-Svoa: operai danneggiati dall’amianto e beffati dallo Stato

/

Inps: “Restituite gli indennizzi ricevuti”. È questa, in sintesi, la richiesta recapitata agli operai della ex Società vastese oli alimentari (Svoa), storica fabbrica di Punta Penna, a Vasto, chiusa nel 1993 dopo il fallimento dell’azienda. Per decenni gli operai hanno lavorato in un fabbricato e con macchinari industriali dove l’amianto era quasi l’unico materiale presente. Il racconto della vicenda giudiziaria e risarcitoria.…

Esperimento nucleare sul Gran Sasso?

Lo scorso 11 novembre, a Teramo, migliaia di persone, hanno manifestato per scongiurare la minaccia dell’esperimento nucleare Sox nel Laboratori di fisica del Gran Sasso. Dopo l’emergenza idrica dei primi mesi dell’anno, sembra non esserci pace per le falde acquifere della montagna abruzzese. Quasi quattromilapersone hanno accolto l’invito a manifestare lo scorso 11 novembre a Teramo, lanciato dall’Osservatorio indipendente sull’acqua del Gran Sasso, promosso da WWF, Legambiente, Mountain Wilderness, Arci, Pro Natura, Cittadinanzattiva, Guardie ambientali d’Italia, Fiab, Cai, Italia Nostra e Fai. Il cartello di associazioni punta, innanzi tutto, sulla richiesta di massima partecipazione negli iter autorizzativi. L’Osservatorio, infatti, ha…

La guerra mondiale africana

I conflitti che insanguinano Congo e Sudan negli ultimi mesi sono solo gli strascichi di faide interne dal sapore antico. Paesi spaccati a metà, ciascuno con le proprie etnie e le proprie rivendicazioni. Segnati inevitabilmente dallo sfruttamento, operato dalle multinazionali, di risorse strategiche come il coltan, i diamanti, l’oro e il petrolio. Bambini soldato, stupri di massa, lotte fratricide, lavoro minorile. Guerre civili, senza esclusioni di colpi. Oggi, le uniche speranze di risoluzione sono affidate alle mediazioni della Chiesa cattolica, delle Ong presenti sui territori e delle Nazioni Unite. Che operano nel tentativo di far luce sui genocidi di massa…

Questo sito utilizza Cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Privacy Policy