Associazione italiana esposti amianto Val Basento

Sorveglianza sanitaria ex-esposti amianto: dal caso Basilicata alla Sardegna

em>Molti decessi prematuri che si registrano tra i lavoratori ex esposti potrebbero essere dovuti a diagnosi tardive ed imprecise. Per questo la sorveglianza sanitaria deve essere obbligatoria e deve porsi, come primo obiettivo la riduzione di mortalità e la promozione della diagnosi precoce: validi elementi di una concreta prevenzione. Il Protocollo di sorveglianza sanitaria deve rispondere alle esigenze specifiche del territorio regionale. È stato questo il principio che ha ispirato, ad esempio, il Protocollo sanitario in Basilicata, dove erano presenti realtà industriali simili – ed in certi casi gemelle – a quelle sarde: impianti comparto fibre ex-Anic/Enichem di Pisticci scalo,…

Questo sito utilizza Cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Privacy Policy