Autori vari*

Coronavirus in Basilicata, tutelare la salute dei migranti

Libera, Anpi e Uds scrivono ai prefetti di Potenza e Matera, al presidente della Giunta regionale e all’assessore all’Agricoltura della Regione Basilicata. Le condizioni dei lavoratori stranieri impiegati in agricoltura, nella Regione Basilicata, in particolare nel Vulture-Alto Bradano e nel Metapontino, sono molto spesso gravissime. I luoghi in cui sono…

Read More

Coronavirus in Basilicata, tutelare la salute dei migranti

Libera, Anpi e Uds scrivono ai prefetti di Potenza e Matera, al presidente della Giunta regionale e all’assessore all’Agricoltura della Regione Basilicata. Le condizioni dei lavoratori stranieri impiegati in agricoltura, nella Regione Basilicata, in particolare nel Vulture-Alto Bradano e nel Metapontino, sono molto spesso gravissime. I luoghi in cui sono costretti a vivere sono insalubri e indecenti. Il rischio che il Covid-19 arrivi in quegli aggregati, tramutandoli in focolai della pandemia, è motivo di fondata apprensione. Per questo, Libera – Associazione nomi e numeri contro le mafie, l’ANPI e l’UDS, chiedono tutele reali. Non si deve lasciare indietro nessuno, meno…

Parchi, il pastrocchio della legge quadro

Né il Senato, né il Governo hanno accolto le osservazioni e le proposte di 17 associazioni ambientaliste e di centinaia di esperti e uomini di cultura, che hanno criticato in modo fermo e elaborato proposte migliorative sulla legge quadro sui Parchi. Risultato, una riforma sbagliata che chiediamo con forza venga modificata alla Camera. Così le associazioni firmatarie di un appello congiunto, a seguito del voto con cui il Senato ha approvato, in prima lettura, il disegno di modifica della legge n.394 del 1991 sulle aree protette. Non volendo cogliere il senso costituzionale che vede la tutela della natura in capo…

“Sfiducia per il presidente Comunità montana”

/

Domenica 18 settembre a Lacedonia si è svolta un’assemblea presenziata da diciassette sindaci dell’Alta Irpinia per discutere di eolico selvaggio. Che Terre di frontiera ha seguito, con diversi strascichi, politici e sociali: le associazioni del territorio chiedono la sfiducia del presidente della locale Comunità montana. L’assemblea aveva lo scopo di richiedere la proroga della moratoria Iannace-Bonavitacola in vista della redazione del Pear (Piano energetico ambientale regionale) che la Regione Campania stenta a concretizzare. Attualmente la questione ambientale in Alta Irpinia è diventata una vera e propria emergenza, non solo per le richieste di autorizzazioni di impianti eolici che arrivano quasi…

Terremoto Centro Italia, no al gasdotto Rete Adriatica

Un nuovo devastante terremoto sull’Appennino centrale lungo il quale si insiste nel voler realizzare il megagasdotto “Rete Adriatica”. Snam e Governo mettano da parte un progetto che espone le popolazioni locali ad ulteriori gravissimi rischi. Insieme all’intero Paese anche noi siamo vicini alle popolazioni così duramente colpite dall’immane tragedia del terremoto del 24 agosto 2016 che, con il suo tremendo bilancio di morti, feriti e distruzione, ha sconvolto l’Appennino centrale; ben consapevoli che, per queste persone e questi territori, tornare a quella che chiamiamo “normalità” sarà un percorso duro, difficile e lungo. Ancora una volta, come accade da circa un…

Questo sito utilizza Cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Privacy Policy