Herve Latyr Faye

Con un passato da bracciante nelle campagne della Capitanata, dal 2016 è responsabile insieme a Mbaye Ndiaye e Lemzo Gueye di Casa Sankara, il progetto nato a San Severo (Foggia) che si propone come alternativa ai ghetti.

Lottare per (r)esistere

Il dramma de La Felandina ha ravvivato ancora il dibattito sulla centralità della giustizia e della dignità dei lavoratori. Sulla necessità di superare i ghetti per percorrere insieme la via della legalità. Ma ha anche mostrato, inesorabilmente, tutte le storture del sistema istituzionale che non ha cercato di costruire, nel…

Read More

Lottare per (r)esistere

Il dramma de La Felandina ha ravvivato ancora il dibattito sulla centralità della giustizia e della dignità dei lavoratori. Sulla necessità di superare i ghetti per percorrere insieme la via della legalità. Ma ha anche mostrato, inesorabilmente, tutte le storture del sistema istituzionale che non ha cercato di costruire, nel tempo, alternative valide insieme ai braccianti. Oggi, i tempi sono maturi per imparare dagli errori del passato. Perché il riscatto nasce innanzitutto dal prendere consapevolezza che anche noi, etichettati come migranti, abbiamo dei diritti. E dobbiamo pretendere che vengano rispettati. Siamo stati nel metapontino a più riprese. Come Casa Sankara…