No Tap, Matthias Canapini

Lo scorso 17 marzo scorso il Movimento No Tap ha celebrato due anni di lotta contro la realizzazione del gasdotto Trans Adriatic Pipeline.
Il corteo, composto da circa duecento manifestanti – tra attivisti, simpatizzanti e membri di associazioni ambientaliste – giunti da Bari, Taranto e Potenza, ha marciato fino al cantiere di San Basilio, dove Tap sta lavorando allo scavo del micro-tunnel del metanodotto che approderà nel mare di San Foca, passando sotto la spiaggia. «Siamo qui per ricordare che quest’opera non deve essere solo fermata, ma va rimesso in discussione tutto quanto un sistema che in nome del profitto devasta terre e tradizioni», racconta Gianluca Maggiore, portavoce del movimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.