Tematica

Fotoreportage

Caserta infelix

Il destino tradito della ​Campania Felix Questo lavoro nasce dall’esigenza di indagare alcuni luoghi del mio territorio che, seppur geograficamente distanti e apparentemente sconnessi tra loro, sono legati da un filo rosso fatto di prepotenza e sopruso. Nel cuore di T​erra di Lavoro,​ così definita per la prima volta da…

Read More

Viaggio al centro della pandemia

Reportage ai tempi del Covid, 19 immagini dalla «civiltà del mesozoicontemporaneo». Un giorno un dinosauro si svegliò e si accorse che il Mondo non c’era più. Quel dinosauro apparteneva ad una razza…

Caserta infelix

Il destino tradito della ​Campania Felix Questo lavoro nasce dall’esigenza di indagare alcuni luoghi del mio territorio che, seppur geograficamente distanti e apparentemente sconnessi tra loro, sono legati da un filo rosso fatto di prepotenza e sopruso. Nel cuore di T​erra di Lavoro,​ così definita per la prima volta da Plinio il Vecchio nel I secolo d.C., si estende la provincia di Caserta. Con oltre 922 mila residenti, è la decima in Italia per numero di abitanti, costituisce una delle più importanti aree del pianeta per fertilità dei suoli, grazie alla presenza di tre vulcani (Roccamonfina, Vesuvio e Campi Flegrei)…

Viaggio al centro della pandemia

Reportage ai tempi del Covid, 19 immagini dalla «civiltà del mesozoicontemporaneo». Un giorno un dinosauro si svegliò e si accorse che il Mondo non c’era più. Quel dinosauro apparteneva ad una razza del «mesozoicontemporaneo», una specie che si riteneva superiore e capace di sottomettere la natura e ogni altra forma di vita esistente. Fino a quel giorno, forte del suo dominio sulle altre specie, aveva scorrazzato abbattendo alberi, divorando qualsiasi tipo di preda, calpestando ogni essere vivente più debole e cercando di affermare il potere sui propri simili con estrema ferocia. Ma da quel giorno qualcosa era cambiata, qualcosa di…

Terremoto 1980: Conza della Campania 39 anni dopo

#40Terremoto1980 «È una domenica sera di novembre. In una stanza vuota dell’Osservatorio di Monteporzio Catone l’ago del sismografo accelera il suo ritmo. Sembra impazzire, segnala oltre il diagramma per un lunghissimo minuto e mezzo. Nessuno è lì a controllare. L’Italia più ricca si prepara ad andare a cena, quella più povera ha appena finito di mangiare. Sono le 7.35 del 23 novembre 1980. Nessuno raccoglie il muto allarme di quell’ago. Per un minuto e mezzo un tremendo brivido geologico percorre la spina dorsale del mezzogiorno d’Italia e precipita nella catastrofe tutto un mondo di antiche civiltà…» Inizia così il documentario…

Albania, terra di mezzo

In Albania c’è un clima molto differente rispetto alle altre regioni balcaniche o europee. Nel 2017 sono stati 309 i migranti richiedenti asilo politico.…

Zona Nostra

Ecco L'Aquila a dieci anni dal sisma che ha sconvolto una terra e una comunità. "Zona Nostra" è l'esclusivo reportage di Pellegrino Tarantino.…

Due anni di lotta No Tap

Lo scorso 17 marzo scorso il Movimento No Tap ha celebrato due anni di lotta contro la realizzazione del gasdotto Trans Adriatic Pipeline.…

Le ruspe di San Ferdinando

Le immagini dello sgombero della baraccopoli di San Ferdinando, in provincia di Reggio Calabria, vicino Rosarno e Gioia Tauro. Con un poderoso gruppo interforze, rigorosamente in assetto antisommossa, composto da uomini della Polizia di Stato, Carabinieri, Esercito e Guardia di finanza, il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, muove le ruspe in Calabria. Circa seicento le forze armate impiegate sul campo. L’intero perimetro della baraccopoli di San Ferdinando è completamente militarizzato già dalle prime luci dell’alba. Sul posto quattro mezzi del Genio militare, operatori della Protezione Civile e della Caritas, servizi sanitari e ben diciotto pullman che dovrebbero trasferire i migranti rimasti…

Le tracce di Blessing

Da più di un anno, ogni settimana, decine di migranti passano il confine tra Italia e Francia attraverso i valichi alpini della Valsusa.…

Lungo il muro di Orbán

La costruzione del muro di Orbán, una barriera di filo spinato alta 3,5 metri e lunga 175 chilometri, tiene lontani i migranti dalla Serbia.…

Accoglienza Capitale

In una Roma scenario di aggressioni razziste e minacce di «bagni di sangue», c'è una realtà dove è stato abolito il razzismo, le frontiere, le differenze.…

I figli di Riace



Il 6 ottobre una grande manifestazione ha animato le strade di Riace, dimostrando vicinanza e solidarietà al sindaco Mimmo Lucano.…

La «pacchia» mediterranea

Immagini dal ghetto di Borgo Mezzanone: ecco come cresce, vive e si alimenta - tra l’indifferenza di Stato e media - la più grande baraccopoli d’Italia.…

‘sto gas di Tap

Viaggio a Melendugno, in provincia di Lecce, dove dovrebbe arrivare il gasdotto Tap, tra gli ulivi secolari, in un lembo di Puglia ricco di storia e tradizioni.…

Questo sito utilizza Cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Privacy Policy