Immagini dal ghetto Tre Titoli di Cerignola, in provincia di Foggia
Foto: L’ingresso della costruenda chiesa cattolica del ghetto di Tre Titoli. Fortemente voluta dalla diocesi per realizzare un punto d’incontro e di evangelizzazione // Emma Barbaro

Ghetto Tre Titoli, Rotary: «Operiamo nel rispetto delle Istituzioni civiche e religiose»

in Note stampa di

Pubblichiamo una breve nota di precisazione – a firma di Donato Donnoli, Governatore del Distretto 2120 del Rotary International – a proposito dell’articolo Dio è morto nel ghetto di Tre Titoli. «La nota serve unicamente a precisare quali sono i nostri principi mondiali in materia di rispetto, tra l’altro, di qualunque religione.»

Siamo un’Associazione di club di servizio che opera nella società attraverso la realizzazione di progetti tesi al bene comune.
I riferimenti riguardanti alcuni aspetti dell’operato della Diocesi locale contenuti nell’intervista rilasciata, di recente, da Domenico Guercia, vice-presidente del Club Rotary di Cerignola, sono da riferirsi espressi a mero titolo personale da parte di Domenico Guercia e non del Rotary in quanto il Rotary opera, nello svolgere la sua azione filantropica, sempre nel rispetto delle Istituzioni civiche e religiose.
Il mantenimento costante di tale rispetto, ha consentito, negli anni, al Rotary di ottenere credibilità e riconoscimento in tutte le nazioni del mondo e in tutte le religioni del mondo.

Sostieni Terre di frontiera

Se sei arrivato fin qui è evidente che apprezzi il nostro modo di fare informazione. Ma per proseguire nel percorso intrapreso nel 2016 abbiamo bisogno di un aiuto.
Il tuo sostegno è indispensabile per continuare a realizzare inchieste sul campo, documentare e raccontare. Le nostre inchieste si compongono di testi, immagini e video con costi importanti in tutte le fasi di produzione.
Terre di frontiera è un periodico indipendente prodotto da giornalisti, fotografi, attivisti ed esperti di tematiche ambientali.
Terre di frontiera non riceve finanziamenti pubblici e sopravvive grazie al contributo spontaneo dei suoi ideatori e alle donazioni dei lettori.
L’informazione libera ha bisogno del sostegno di tutti. L’informazione libera assume un ruolo importante e di responsabilità, anche e soprattutto nell’ottica di superare l’emarginazione territoriale e culturale.

Se vuoi puoi sostenere Terre di frontiera cliccando qui. Grazie!

Lascia un commento

Your email address will not be published.